“Ho un gran brutto presentimento” – Star Wars mantiene la tradizione

In uno dei miei precedenti articoli, avevo discusso di come il tormentone “I have a bad feeling about this” di Star Wars era stato tradotto. Chi ha seguito la saga nel corso degli anni sa che in ogni episodio c’è un personaggio che esordisce con questa frase. Lo spettatore ormai se lo aspetta e ci è stato dimostrato come questa tradizione sia sempre stata rispettata, anche quando sembrava che fosse stata interrotta (vedi Episodio VIII – Gli Ultimi Jedi).
Il capitolo conclusivo Episodio IX – L’Ascesa di Skywalker non poteva essere da meno.

In effetti anche in questo film ritroviamo l’iconica frase e a pronunciarla questa volta è Lando Calrissian, dopo aver incontrato Rey & Co. sul pianeta Pasaana, notando l’arrivo del Primo Ordine.
In questo caso la traduzione è quella classica e riconoscibile: “Ho un gran brutto presentimento“.
Mi sembra sia perfetto che questa frase venga pronunciata proprio da uno dei personaggi della vecchia guardia, quelli che hanno fatto la storia della saga e che sono il punto di congiunzione tra il passato e il presente (e anche il futuro visto che si lascia intendere che probabilmente voleremo ancora insieme a Lando).

Per quanto riguarda il film, secondo me è stato ingiustamente criticato e chi sostiene che ci siano delle scene fanservice, a mio parere, non ha capito il senso di quelle scene.
Star Wars è da sempre una saga che per essere ben compresa ha bisogno di più visioni e nulla è mai per caso. Non è una serie di film che va guardata con superficialità, ma ad uno spettatore attento può regalare degli ottimi spunti di riflessione e delle rivelazioni.
La questione della Forza racchiude un significato profondo e una filosofia che può applicarsi a degli aspetti della vita di tutti i giorni. E’ fantascienza, ma è una metafora della vita. Per questo ritengo che sia una saga di una straordinaria potenza dove ogni scena ha un significato ben preciso ed è tutt’altro che banale e superficiale, basta essere in grado di coglierlo.
In questi giorni di isolamento ho avuto modo di rivedermi degli episodi e soprattutto questo ultimo capitolo che non avevo ancora visto in lingua originale, come ogni anno faccio, per una mia personale tradizione, dopo averlo visto tradotto al cinema. E devo dire che, come sempre, noto e capisco ulteriori aspetti della storia che mi fanno riflettere e apprezzare ancora di più l’intera saga.
Soprattutto per quanto riguarda questa trilogia sequel, penso che J.J. Abrams abbia fatto un ottimo lavoro, rendendo giustizia al canone.

Non mi dilungherò oltre, volevo solo, vista la conclusione della saga, aggiornare il mio blog per quanto riguarda una curiosità di tipo professionale chiudendo il cerchio della traduzione del famoso tormentone, anche se probabilmente non sarà l’ultima volta che lo sentiremo, visto che ci aspettano altre storie…

Non mi resta che dirvi Che la Forza sia con Voi!

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Nome *
Email *
Sito web